Sgomberato Ungdomshuset
  Theme(s) Logement - Répression -  
  02-03-2007 12:30
Auteur : billy :: : http://
 
 
  .. Sgomberato nelle prime ore di ieri l'Ungdomshuset a Copenhagen.
foto e video:
 http://indymedia.dk/article/887
 
     
  Sono dovute intervenire le "forze antiterrorismo" per sgomberare ieri il centro giovanile occupate ed autonomo nel distretto Noerrebro di Copenhagen.
Facendo irruzione attraverso il tetto, dopo essersi calate da un elicottero la polizia, grazie allo sparo di diversi lacrimogeni all'interno della casa, è riuscita ad evacare l'edificio, ma immediatamente un migliaio tra squatter e autonomi hanno preso il controllo delle strade rispondendo con una Reclaim the Street e diversi blocchi del traffico e costruendo, nei dintorni, barricate infiammate con auto e altri corredi stradali, per poi attaccare la polizia con molotov, sassi, fuochi d'artificio, fumogeni e sanpietrini. La polizia ha cercato allora di far disperdere gli attivisti dirigendoli verso Christianshavn, distretto adiacente al quartiere autonomo di Christiania. Azioni violente, a detta della stampa, sono continuate fino a stamattina.

Polizia da altre parti della Danimarca è accorsa in aiuto agli sbirri di Copenhagen, sono stati ristabiliti i controlli alle frontieri per fermare l'arrivo di altri squatter in solidarietà, specialmente sul confine con la Germania. Stando alle fonti poliziesche, 3 persone sono state arrestate a Malmö, citta confine con Copenhagen, mentre trasportavano esplosivi e materiale infiammabile.

250 sono pero i fermate, di cui 35 con accuse serie come assalto alla polizia o trapasso illegale, molti infatti vengono da fuori (tedeschi, americani, polacchi e francesi).

L'Ungdomshuset (casa della gioventù) fu occupato nel 82 e la citta diede il permesso a restarci. Sei anni fa però il municipio ha venduto lo stabile ad una setta fondamentalista cristiana ed è quindi dovuto ricorrere allo sgombero, almeno che i giovani non avessero comprato un'altro stabile, per garantirne l'uso ai cristiani, che hanno intenzione di demolire lo stabile!
Durante l'irruzione la polizia sembra abbia trovato una grande quantità di spranghe di ferro, fionde, fuochi d'artificio, bombette di varie dimensioni e torcie.

Ad Oslo, in Norvegia, una manifestazione in solidarietà ha attaccato l'ambasciata danese con vernice, nessun arresto, ma azioni e manifestazioni di solidarietà si stanno svolgendo in moltissime città d'europa.

Benvenuta la solidarietà ovunque!
UNGDOMSHUSET BLIRR!!
 
     
 
> ..
..
 
  > Ajouter un commentaire  
   
> Ajouter une traduction à cet article
> Télécharger l'article au format .PDF
> Envoyer cet article par e-mail
    complementi 2007-03-02 14:38    
   http://www.youtube.com/watch?v=PcdbeTKnx5s Il video che preparava agli scontri in caso di chiusura.

la battaglia é continuata nella notte, e continuerà probabilmente per giorni.. Aggiornamenti benvenuti!
 
  Wish i was there...  
    altri aggiornamenti e video 2007-03-02 15:20    
  Fonte e video

 http://euronews.net/index.php?page=info&article=409332&lng=4


Danimarca, scontri tra givoani e polizia dopo lo sgombero del centro sociale occupato

Scontri anche in nottata in Danimarca dopo lo sgombero di un centro sociale occupato nel quartiere Norrebro della capitale. Nella sola giornata di ieri la polizia ha effettuato 250 arresti. Lo sgombero della storica "casa della gioventù" di Copenhaghen è avvenuto nelle prime ore di giovedì con l'intervento di reparti speciali delle forze dell'ordine compresi i nuclei anti-terrorismo. L'operazione è stata fulminea, ma subito dopo sono cominciati gli scontri ai quali hanno partecipato giovani arrivati da ogni parte della città e sono continuati fino a tarda sera.

Lo sgombero era atteso ormai da un giorno all'altro perché fra i giovani ed i politici del comune di Copenaghen non si era riusciti a raggiungere alcun accordo alternativo alla casa di Norrebro. Questa nell'82 era stata concessa dal comune a dei
giovani che in quegli anni avevano partecipato ad una serie di occupazioni di case. Da allora nella città era tornata la calma e nella palazzina si svolgevano attività giovanili di cultura alternativa, incontri e feste. Ma nel 1999 il comune decise di metterla in vendita e dopo anni di battaglie legali l'acquirente, un'organizzazione fondamentalista cristiana, ne ha ottenuto la restituzione

 
  pancho villa  
    Cronistoria dettagliata del 1 Marzo 2007 2007-03-03 14:05    
  Lo sgombero di Ungdomshuset è cominciato. La polizia è atterrata sul tetto della casa ed è entrata dentro da un lato tramite un container. Gli attivisti stanno presidiando l’area

1 marzo 2007
Ore 8.10
secondo le fonti da Ungdomshusets la polizia è entrata nella casa circa alle 7. Tutto è successo velocemente. Si presume che la polizia ci abbia messo circa 5 minuti per entrare dentro la casa tramite un container sul lato della casa e da lì sono entrati attraverso una finestra o il muro, inoltre le guardie erano anche sul tetto.
Da Ungdomshusets si sta dicendo che “Fino a che non ci sarà un Ungdomshus (case dei giovani ndt) ci sarà una lotta per Ungdomshus”.
Due ambulanze sono andate via.
(Nuova informazione: Da Ungdomshuset stanno dicendo che la polizia non è stata così veloce questa mattina come è stato appena spiegato dai media. Secondo le fonti che erano nella casa questa mattina hanno dovuto fare diversi tentativi prima che la polizia riuscisse ad entrare nell’edificio. Una gru li ha dovuto sollevare il container sopra la casa diverse volte prima che la polizia riuscisse ad entrare nella casa. Tutto è cominciato alle 7 di questa mattina ma alle 8 c’erano ancora rumori molto forti che venivano da fuori la casa che può soltanto significare che la polizia non aveva ancora il controllo totale dell’edificio.)

Ore 8.15
Assistens Kirkegården (il parco/cimitero dietro Ungdomshuset) è stato sgomberato dalla polizia

Ore 8.19
Circa 100 sostenitori di Ungdomshuset stanno cercando di sfondare le barricate che la polizia ha messo sulla strada (Jagtvej).
Ci sono circa 25 differenti tipi di camionette dalla polizia e adesso stanno ufficialmente chiedendo all’assembramento della gente che si è creato di andarsene.

Ore 8.31
I portavoce dello squat Ungdomshuset sostengono che il piano dopo lo sgombero è che tutti i sostenitori dello squat manifestino nelle aree intorno.
Domani ci sarà una manifestazione di protesta alle 17.00 da Blågårds Plads e dopodomani ci sarà una intera giornata con diversi eventi

Ore 8.34
La polizia sta liberando Nørrebros Runddel (che si trova a pochi metri da Ungdomshuset) e sta iniziando a arrestare le persone che rifiutano di muoversi

Ore 8.41
La polizia sta arrestando le persone a Runddelen. Ci sono scontri tra attivisti e polizia

Ore 9.33
Nørrebros Runddel è stata svuotata. C’è una calma ragionevole ma ci sono molti attivisti in tutto il quartiere. L’atmosfera è tesa in quanto ci sono stati circa 20 arresti secondo i corrispondenti di Modkrafts

Ore 9.49
Tra 100 e 150 attivisti stanno cercando di costruire barricate intorno a Nørrebrogade. La polizia sta rimuovendo le barricate cercando di attraversarle con le loro macchina. Gli attivisti sono arrabbiati e frustrate

Ore 10.05
Sono in corso molti incontri e eventi in diversi posti della città. Gli attivisti sono dislocati ovunque, prima dello sgombero era stato detto che ci sarebbero stati eventi per tutta la città.
Tra gli altri le “Femministe per più “fristeder”” hanno costruito barricate in 12 luoghi diversi della città

Ore 10.16
La polizia si sta preparando per togliere le barricade a Nørrebrogade

Ore 10.20
Secchioni dei rifiuti in fiamme stanno bloccando Torvegade a Cristiania

Ore 10.38
15 attivisti sono stati arrestati in Folkets Park nel quartiere di Nørrebro

Ore 11:00
La seguente è una testimonianza oculare di un giornalista della DR (il canale principale della televisione danese)
“A 20 metri dal Mc Donalds a Runddelen, gli attivisti hanno costruito barricate nelle strade. Alle 9.25 circa la polizia stava guidando sulla strada con 3-4 camionette corazzate per togliere le barricate. Una delle camionette ha colpito direttamente un dimostrante che è caduto e è rimasto bloccato con la gamba sotto la camionetta. Dopo che è stato arrestato non si sa nulla su cosa gli è successo. La polizia non è riuscita a liberare la strada. Dopo breve le barricate sono state ricostruite e i secchioni dei rifiuti e i rifiuti sono stati incendiati. I testimoni che erano vicino parlano di circa 1500 attivisti contro lo sgombero.”

Ore 11:32
La polizia è entrata dentro “Folkets Hus” (Casa del popolo N.d.T.) dal Folkets Park a Nørrebro. Nonostante la polizia non fosse in possesso di alcun permesso per entrare nella casa 8 guardie in uniforme da combattimento sono entrate nella casa. Sono comunque scomparse quando hanno scoperto che tutte le porte della casa erano serrate.

Ore 12:08
La polizia ha bloccato tutto il traffico sul ponte Dronning Louises verso Nørrebro. E’ possible ancora andare verso la città. Il traffico pubblico è disturbato dalle rivolte. In molti luoghi gli attivisti hanno incontrato guidatori aggressivi e furiosi quando hanno bloccato il traffico. Per ultimo a un blocco vicino Åboulevarden (molto vicino a Jagtvej ) dove diversi autisti hanno tirato oggetti ai dimostranti.
Alla stazione della metro la polizia ha appena sgomberato una barricata fatta con i secchioni dei rifiuti, scacciando circa 30 attivisti.

Ore 12:31
E’ stato comunicato da un testimone che la polizia sta fermando e perquisendo le persone che camminano o sono in bici sul ponte Dronning Louises verso Nørrebro. Su Nørrebros Runddel ci è stato detto che la situazione è relativamente calma ma l’area è ancora pesantemente controllata dalla polizia

Ore 12:50
Le fonti ci hanno informato che gli attivisti nella strada per Copenaghen dalle Jutland sono stati fermata dalla polizia, sia gli attivisti nei treni che quelli nelle loro macchine personali.

Ore 13:18
Richiesta una riunione d’emergenza al consiglio comunale di Copenaghen.

Ore 13:25
Sul ponte Dronning Louises (punto di accesso interno fra Copenaghen e Nørrebro) i resoconti dicono che la polizia ha esteso il controllo di accesso anche alle macchine. Inoltre i passanti e persone in bicicletta sono fermati, perquisite e gli è negato l’accesso senza nessuna spiegazione. Quando un fotografo di Modkrafts ha provato a ritornare a Modkraft gli è stato negato l’accesso nonostante abbia fornito il suo documento da giornalista valido. Quando il fotografo ha insistito per il suo diritto di attraversare il ponte gli è stato chiesto di rinunciare. Il poliziotto ha rifiutato di rivelare il suo nome. Ciò è chiaramente illegale e va contro la legge che da ai media il diritto di passare il controllo di un poliziotto, legge che viene meno quando si tratta di documentare una situazione di rivolta. Inoltre la polizia è sempre obbligata a comunicare nome e matricola su richiesta dei media se gli si sta negando l’accesso. Il responsabile di piazza può essere interpellato, ma dato che al fotografo è stato ordinato di lasciare immediatamente la zona, ha scelto semplicemente di farlo

Ore 13:33
Secondo i giornali, Ruth Evensen la leader degli “acquirenti” di Ungdomshuset sta andando a vedere oggi sul tardi l’edificio per decidere se deve essere demolito. La polizia si sta preparando per stare di più dal momento che stanno mettendo dei bagni mobili per le guardie in Jagtvej.

Ore 13:49
A Stengade nel quartiere di Nørrebro lo Stengade30 (noto locale di concerti ndT) ha organizzato una tenda da dove distribuiscono te, caffè e succhi. Hanno affisso una insegna che dice “Polizia! Hai una alternativa”

Ore 13:58
Alle 14.00 ci sarà una reclaim the streets da Israel plads.

Ore 14:19
30 attiviste delle “Feminister for flere fristeder” hanno bloccato Amagerbrogade (strada principale del quartiere Amager) dove stanno facendo rumore e discorsi a sostegno di Ungdomshuset.

Ore 14:25
Secondo un anonimo macchinista del treno DSB, a tutti è stato detto dalla polizia di notificargli se vedono persone che sembrano attivisti nei treni. Il macchinista ha contattato Modkraft.dk perché non considerava questa una richiesta onesta

Ore 14:30
La annunciata Reclami the Streets ha lasciato Israels Plads alle 14 e ha bloccato i semafori dalla stazione di Nørreport (la più grande stazione di treni di Copenaghen). Ci sono circa 100 attivisti che stanno seduti per la strada ad aspettare l’arrivo della polizia

Ore 14:42
Si vocifera che nel VUC (centri di educazione per adulti) a Hvidovre e a Amager gli studenti hanno bloccato il loro lavoro per protestare contro lo sgombero

Ore 14:43
La Reclaim the Streets è composta da circa 300 persone che stanno correndo verso Strøget

Ore 14:59
Il Mourning Group sta preparando una dimostrazione con le torcie stasera alle 22.00

Ore 15:02
La Reclaim the Streets si trova adesso a Storkespringvandet a Strøget (la via pedonale principale della città) nel centro città

Ore 15:03
Una manifestazione contro lo sgombero sta partendo da Christiania per arrivare a Blågårds Plads dove è stata già indetta un’altra manifestazione alle 17

Ore 15:06
La polizia sta ancora controllando le persone che passano per il ponte Dronning Louises a Nørrebro. La gente, che la polizia trova sospetta, deve documentare perché devono entrare a Nørrebro.

Ore 15:10
Alle 14 il relatore della polizia ha detto al giornale Politiken che circa 90 persone sono state arrestate durante il giorno

Ore 15:11
Manifestazioni per protestare contro lo sgombero sono state pianificate a Aalborg e nelle altre città principali alle 17

Ore 15:40
Circa 200 dimostranti si stanno muovendo verso Vester Voldgade nel centro città verso Nørrebro. Stanno arrivando dalla piazza principale della città (Rådhuspladsen) che era una parte della manifestazione

Ore 16:02
La Reclaim The Streets è arrivata adesso a Blågårds Plads a Nørrebro.

Ore 16:06
“Lo sgombero è andato esattamente come pianificato e per questo non penso che è piacevole vedere i media mostrarlo soltanto come una lotta violenta” dice la ministra della giustizia Lene Espersen al giornale danese Politiken. Pensa che sia i media che gli attivisti e i cittadini dovrebbero stare calmi.

Ore 16:14
Dimostrazioni di solidarietà si stanno preparando in diversi luoghi, ad esempio in Germania.

Ore 16:37
Una manifestazione partita da Christiana dove gli attivisti hanno fatto varie azioni durante il giorno si sta ora muovendo giù a Gothersgade. La manifestazione era di circa 500 persone è diretta a Blågårds Plads dove una manifestazione più grande comincerà alle 5. Un grande numero di dimostranti è già riunita nella piazza

Ore 16:59
Un gruppo più piccolo di poliziotti ha annunciato tramite i megafoni che la manifestazione a Blågårds Plads non è autorizzata e che la gente è obbligata a lasciare la piazza. Nello stesso momento la manifestazione da Cristiania è appena arrivata nella piazza.

Ore 17:04
Poco dopo l’annuncio, le camionette della polizia sono pronte a bloccare la strada che conduce alla piazza da entrambe le direzioni. La manifestazione sarà quindi intrappolata. Allo stesso tempo la piazza è riempita completamente dai dimostranti- c’è perfino gente che aspetta alla fine delle strade. (La piazza è abbastanza grande paragonata alle altre della città. Ci sono circa 2000 persone se non di più, inoltre è completamente circondata dagli edifici degli appartamenti)

Ore 17:22
La manifestazione si sta muovendo verso Nørrebrogade. La polizia ha bloccato la strada nella direzione verso la città (alche fonti parlano di circa 1500 persone)

Ore 17.32
Diverse migliaia di dimostranti si stanno muovendo verso Jagtvej e Ungdomshuset a Nørrebrogade

Ore 17:55
La manifestazione da Blågårds Plads si è sviluppata in rivolta. Diverse fonti dalla manifestazione dicono che i manifestanti hanno tirato vernice e bottiglie sulla strada. Il giornale "Politiken" scrive che la polizia ha lanciato diversi lacrimogeni.

Ore 18:05
La polizia ha diviso la manifestazione in due parti a Nørrebrogade e vicino a Assistens kirkegård (il cimitero/parco lungo la strada tra Jagtvej e Ungdomshuset). Le guardie si sono messe tra le due parti.
Al megafono la polizia sta ordinando ai manifestanti di fermarsi e stanno dicendo che stanno per dare ad una parte della manifestazione una nuova destinazione.
Fuochi d’artificio sono stati lanciati alla polizia

Ore 18:10
I dimostranti sono sparpagliati in tutto il quartiere. Diversi gruppi si stanno muovendo in diverse strade. Le camionette della polizia sono intorno alle aree e sono stati attaccati in diversi luoghi dagli attivisti. Pare che una strada sia bloccata dalla polizia con i cani.

Ore 18:16
La grande manifestazione secondo le fonti è stata divisa in almeno 3 gruppi. Il gruppo più vicino ad Ungdomshuset è di circa 200 attivisti che sono stati apparentemente intrappolati dalla polizia

Ore 18:22
Alcune fonti dallo squat riferiscono che circa 200 manifestanti si sono riuniti davanti alla polizia qui. Tutto sembra pacifico.
I manifestanti sono stati intrappolati a Nørrebrogade a circa 200 metri verso la città

Ore 18:32
Attivisti dopo essere fuggiti dalla manifestazione principale stanno costruendo barricate a Fælledvej. Hanno attaccato la polizia con bottiglie e sassi. Dopo questo sono stati spinti verso Sankt Hans Torv dove hanno continuato fino a Nørre Allè.

Ore 18:43
Ci sono barricate in fiamme a Stengade. Ci sono comunque solo poche persone che apparentemente hanno lasciato la strada. 3 camionette sono appena arrivate.
Ci sono altre barricate a Nørrebrogade tra Kapelvej e Stengade.
I manifestanti sembrano dispersi intorno a questa zona. E alcune fonti riferiscono che la polizia sta inseguendo piccoli gruppi di persone verso Nørre Alle.
A Nørrebrogade le camionette stanno ancora bloccando la strada verso la città e l’accesso a Blågårdsgade.

Ore 18:57
Alcuni attivisti hanno creato barricade a Nørrebrogade vicino Griffenfeldsgade. Sassi sono stati lanciati contro la polizia. I manifestanti, sotto pressione dalla polizia, stanno fuggendo da Griffenfeldsgade.
Circa 200 metri più avanti i manifestanti si sono riuniti intorno a una piccola barricata con il fuoco.

Ore 19:10
Le macchine della polizia stanno circondando le persone ordinandogli di lasciare la strada facendo riferimento alla costituzione. Stanno dicendo che l’area verrà sgomberata.
Bidoni della spazzatura a Blågårdsgade sono stati incendiati fino a Nørrebrogade, dove sono stati usati per creare delle barricate.
C’è una rivolta di strada tra Griffenfeldsgade e Nørrebrogade. La polizia sta usando gas lacrimogeni in entrambi i luoghi.

Ore 19:28
Le camionette della polizia si stanno ora riunendo nelle strade vicino a Nørrebrogade vicino a Griffenfeldsgade.
La richiesta della polizia di lasciare le strade devono essere intese come un coprifuoco dice un rappresentante di Ungdomshuset.
La polizia sta dicendo dai microfoni che ai sassi lanciati sarà risposto con i lacrimogeni. Ungdomshuset ha nella sua homepage una guida su come proteggersi dall’esposizione dei gas lacrimogeni.
Si stanno ora sviluppando nuovi scontri da Nørrebrogade a Blågårdsgade. La polizia ha lasciato i cani fuori dalle camionette e sembrano pronti a lasciarli. Stanno provando a forzare i manifestanti giù a Blågårdsgade con i lacrimogeni

Ore 20:14
Gli scontri a Nørrebro sembrano spegnersi. La polizia è riuscita a liberare diversi posti dopo i falò e le barricate utilizzando i bulldozers.
Ci sono comunque diverse barricate incidendiate in diversi posti, tra questi c’è Blågårdsgade (molto vicino alla piazza) dove potrebbero anche ricominciare la rivolta.
Ci sono anche nuovi fuochi a Jagtvej e Nørrebrogade, dove c’è un notevole numero di persone.
Le macchine in diversi luoghi sono state trascinate per la strada

Ore 20:45
Le fiamme sono ancora presenti in diversi luoghi di Nørrebro. Proprio adesso c’è un’azione nell’area intorno a Sankt Hansgade e Ravnsborggade (vicino Blågårdsplads). C’è un piccolo gruppo che sta creando piccoli falò e che usa fuochi d’artificio.
La polizia ha abbandonato diversi posti dove ci sono stati fuochi. Nuovi fuochi si stanno creando in altrettanti nuovi posti.
A Blågårds Plads i clienti del Café Blågårds Apotek sono stati obbligati dalla polizia a rimanere dentro. Ai clienti che hanno provato a uscire è stato ordinato di rientrare dentro. In questa area un grosso numero di lacrimogeni è nell’aria e i clienti si stanno lamentando degli effetti che provocano.

Ore 21:32
Secondo il DR una ragazza di 18 anni e un uomo di 36 sono stati arrestati per violenza a pubblico ufficiale.
La polizia riferisce che sono state arrestate circa 160 persone in totale.

Ore 21:38
Manifestazione di solidarieta’ ad Ungdomshuset a Aalborg (Jutland)

Ore 21:43
Torvegade è bloccata fino a Prinsessegade. Macchine infiammate a Christiania.

Ore 21:48
La lotta di strada continua nei pressi di Nørrebro. Non molto intensa ora ma a piccoli gruppi intorno al quartiere. Stanno facendo fuochi e tirando sassi alle macchine alle macchine della polizia. Quando la polizia ha provato a prenderli, i gruppi si ritirano e cominciano nuove azioni in altri luoghi.
per costruire le barricate non è stato usato solo materiale infiammabile, ma anche le biciclette sono state messe in mezzo alla strada per evitare che la polizia riesca a muoversi liberamente.
secondo il DR 5 persone sono state arrestati per 27 giorni.

Ore 21:49
TV2 (uno dei maggiori canali televisivi Danesi) riferisce che delle rappresentative della setta Faderhuset della destra fondamentalista ha visitato e ispezionato Ungdomshuset oggi. La leader Ruth Evensen sta adesso decidendo se l’edificio dovrebbe essere demolito. Ha detto al DR: “Penso che sia agghiacciante che ciò stia succedendo in Danimarca.”

Ore 21:51
Una forza di polizia maggiore è arrivata a Christianshavn dove ci sono diversi fuochi nelle strade

Ore 21:53
la polizia sta rimuovendo macchine e cassonetti dei rifiuti in fiamme vicino a Torvegade nel quartiere di Christianshavn (l’area vicino a Christiania).

Ore 21:56
Clienti del bar Café Blågårds Apotek che si trova a Blågårds Plads dicono che la polizia li sta ancora forzando a rimanere dentro al bar. Pochi minuti fa una coppia di ufficiali è entrata nel bar e ha trascinato una coppia fuori – apparentemente senza alcuna ragione.

Ore 22:11
Intorno alle 200 persone si sono reunite per la “Mourning Parade” che ha appena partita dalla piazza principale della città Rådhuspladsen. Molti dimostranti hanno torcie e ci sono 3 bare nella manifestazione che si sta muovendo verso Nørrebro.
Non c’è molta polizia intorno alla manifestazione che si è comunque dichiara non violenta.
A Nørrebro la polizia sta ancora liberando le barricade che si continuano ad essere ricostruite intorno all’area. Proprio adesso la polizia sta rimuovendo le biciclette dal semaforo tra Blågårdsgade e Nørrebrogade

Ore 22:15
La manifestazione sta crescendo nella strada verso Nørrebro. Una fonte che poco prima asseriva che ci fossero 200 persone ora dice che ce ne sono almeno 700. La manifestazione si sta muovendo verso Åboulevarden.

Ore 22:40
La “Mourning Parade” sta raggiungendo Jagtvej da Ranzausgade. La manifestazione sta riempiendo l’intera strada e ci sono intorno alle 1000 persone.

Ore 22:52
La sfilata è stata forzata dalle camionette della polizia per fare in modo di andare via da Jagtvej dove sono arrivati da Ågade e adesso sono di nuovo in giro per la città. Non si sa dove finirà la manifestazione.
Un numero più grande di polizia è ora visibile dalla manifestazione

Ore 23:02
La polizia sta bloccando tutte le strade e apparentemente sta decidendo la direzione della manifestazione. Ora stanno andato verso Griffenfeldsgade e stanno approcciando Folkets Park che al principio era stato scelto come la destinazione finale della manifestazione

Ore 23:21
I fuochi sono cominciati e i sassi cominciano a essere raccolti intorno a Folkets Park dove gli organizzatori hanno cancellato il resto della manifestazione secondo Politiken.dk

Ore 23:22
Ci sono ancora macchine in fiamme in diversi posti del quartiere Christianshavn

Ore 23:23
La manifestazione ha raggiunto il Folkets Park dove i manifestanti hanno la possibilità di posare I fiori sulle bare.

I manifestanti stanno lentamente andando via ma una fonte ci informa che potrebbero esserci altre azioni.

Le barricate e gli incendi dei cassonetti ricominciano a Nørrebrogade vicino Blågårdsgade per la sesta-settima forse ottava volta stanotte

Modkraft.dk sta chiudendo ora la sua attività di reportage dal vivo delle attività dopo lo sgombero

Comunque come informazione ulteriore si può dire che non solo a Aalborg, ma anche a Århus, dove 200 persone hanno manifestato, ci sono state dimostrazioni a favore di Ungdomshuset

Ore 23:41
Una casa a Blågårdsgade è stata occupata. La zona è piena di forze di polizia, così è improbabile che durerà a lungo.

D'altra parte la polizia è ancora impegnata con fuochi e barricate nelle altre aree di questa parte di città. Adesso c'è un incendio a in Bragesgade, uno a Blågårds Plads e uno a Nørrebrogade
 
  ungeren blir  
  > Ajouter un commentaire  
 
Prends l'information en mains
>> Archives newswire <<