Ondata repressiva contro strutture anti-G8
  09-05-2007 20:13
Autore : x
: http://
 
 
  Perquisizioni in Germania

Traduzione da IMC Germany

URL:  http://de.indymedia.org/2007/05/176014.shtml
 
     
  Ondata repressiva contro strutture anti-G8
Perquisizioni a Amburgo, Berlino e Brema
Comunicato Stampa

Da questa mattina alle 8 é in atto un' ondata di perquisizioni contro strutture di sinistra in tutto il territorio germanico. Ne sono colpiti sia iniziative che singoli individui, che si impegnano contro il G8 - o che per tali vengono presi.

A Berlino sono stati colpite da perquisizione almeno sette abitazioni e uffici, fra i quali due uffici nel Bethanien e il Fusion in Skalitzer Strasse, dove si organizzano la Antifaschistische Linke Berlin (Sinistra antifascista Berlino) e la rete Interventionistische Linke (Sinistra intervenzionista). Altri luoghi sottoposti a perquisizione sono una libreria nel Mehringhof e gli uffici di numerosi Medialab in Lausitzer Strasse.

Il BKA (Bundeskriminalamt – Polizia criminale federale) presta speciale attenzione al server alternativo SO36.net. Questo server ospita i siti, le mailing-lists e gli indirizzi email di molte iniziative di sinistra e alternative. Con ció si vuole disturbare sensibilmente le strutture di comunicazione del movimento anti-G8.

Ad Amburgo la repressione si é rivolta contro la Rote Flora e diversi progetti abitativi autogestiti. Anche nel retroterra berlinese hanno luogo perquisizioni e anche da Brema si segnalano perquisizioni.

L' ordinanza relativa alle perquisizioni é emessa in base all' articolo 129a: „Formazione di associazione terroristica finalizzata all' imedimento del vertice G8“.

La rozza cernita di progetti abitativi e infrastrutture di sinistra evidenzia come le indagini vengano utilizzate come scusa per procedere indistintamente contro la mobilitazione della sinistra. Il gruppo stampa „Campinski“ ipotizza: „Puó darsi che da pretesto facciano indagini relative a diversi atti di danneggiamento consumati con riferimento al G8“. In questo quadro fra l'altro fu fatto oggetto di lanci di palloncini contenenti vernice colorata l' Hotel Kempinski di Heiligendamm.

I margini d' intervento offerti da un procedimento basato sull' articolo 129a vengono utilizzati per raccogliere informazioni e producono inoltre sicuri effetti intimidatori assolutamente voluti. Di tutti i procedimenti basati sull' articolo 129a solamente il 2% i conclude con delle condanne.

Ciononostante: „Chi invita il Vertice G8 invita anche la protesta“, ha dichiarato Hanne Jobst dell' ufficio berlinese Bethanien. „Riguardo al fatto che prenderemo spunto dal G8 per puntare un faro sull' ingiustizia in questo mondo, i vari tentativi di criminalizzazione non cambieranno nulla“.

La repressione da parte della polizia criminale federale non giunge a sorpresa. La Resistenza della sinistra e della sinistra antagonista contro il G8 ha raggiunto dimensioni che per la polizia non sono piú gestibili. „Finora la polizia ha tentato solo a mezzo stampa di generare spaccature all' interno della resistenza e fantasticato di un esercito di facinorosi“. Ora si tenta di paralizzare le strutture anti-G8 sul piano organizzativo“, ha poi spiegato Jobst.

„Saliente é il fatto che le perquisizioni si rivolgono contro tutte le aree di quella resistenza al G8 che non desidera fare rivendicazioni nei confronti die G8, ma che rifiuta lo stesso come istituzione in sé“, ha spiegato una portavoce di Gipfelsoli Infogruppe.

[Gipfelsoli Infogruppe | Campinski Pressegruppe]


Fonte:  http://de.indymedia.org/2007/05/176014.shtml


 
     
   
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email